I nuovi modelli della Kawasaki: Z900 SE, Z900RS SE, KLX230S e KX450SR

La Z650RS è il chiaro headliner tra le versioni 2022 di Kawasaki. Altri quattro modelli – due stradali e due sporchi – potrebbero anche solleticare la tua fantasia come variazioni di modelli popolari.

Ecco il resto degli anni ’22. Il tema principale che collega tutti loro è la sospensione modificata rispetto ai modelli precedenti, oltre a hardware e tecnologia aggiuntivi per le tre moto non economiche.

Un cattivo verde più cattivo.

2022 Kawasaki Z900 SE

Lo Z900 ottiene il trattamento SE con questa variazione aggiornata. La grande novità qui è l’aggiunta di un ammortizzatore posteriore Öhlins S46 con precarico regolabile a distanza e smorzamento in estensione regolabile. La Z900 SE monta anche una coppia di pinze Brembo M4.32 Monoblocco. Zack ha elogiato le sospensioni della Z900 di base nella sua prima recensione di guida , ma questi miglioramenti rendono la Z più nitida che mai.

SE probabilmente sta per “Special Edition”, ma potrebbe essere “Sospensione: costosa”.

L’unico aspetto negativo è un aumento di peso di sette libbre (469,7 bagnato, dichiarato) e un salto di prezzo da € 9.099 di base a € 10,699. Sarebbe stato bello vedere pneumatici migliori inclusi in quel prezzo, ma attireranno comunque i piloti che iniziano a migliorare sospensioni e freni a prescindere.

La root beer/arancia potrebbe essere stata l’opzione di pittura Z più memorabile, ma “Yellow Ball” non era molto indietro. Z900RS SE. 2022 Kawasaki Z900 RS SE

La Z900RS retrò è fortemente basata sulla Z900, quindi Kawasaki ha colto l’occasione per dare anche al loro retro il trattamento SE. L’ammortizzatore posteriore Öhlins S46 e le pinze monoblocco Brembo M4.32 sono riportate, insieme all’anodizzazione dorata per gli steli della forcella per abbinarsi all’ammortizzatore … anche se la forcella non è un’unità Öhlins.

I freni sono le stesse specifiche della Z H2. Z900RS SE.

Il miglioramento più interessante, anche se il meno utile, è una riedizione limitata dell’iconica vernice “Yellow Ball” di Kawasaki che risale alle moto Z originali. La vernice SE e le sospensioni portano un premio di € 2.000 rispetto alla RS base, sebbene il peso in qualche modo sia diminuito leggermente a 472 libbre.

Standover più semplice significa più sicurezza per i ciclisti più bassi.

2022 Kawasaki KLX230S e KLX230S ABS

Passando al mondo sporco / dual-sport, Kawasaki continua la sua serie di modifiche alle sospensioni per KLX230S e KLX230 ABS. Queste sono versioni accorciate del fidato KLX230 per i motociclisti che desiderano un momento più facile per mettere piede nello sporco.

Il pacchetto ribassato ha un leggero sovrapprezzo rispetto alla versione standard, ma è comunque più economico rispetto all’acquisto di un kit di abbassamento e all’installazione da soli.

L’altezza del sedile è stata ridotta da 34,8 pollici a 32,7 pollici, con corrispondenti riduzioni della corsa di circa due pollici davanti e dietro. Anche così, ridurre l’altezza del sedile e la corsa delle sospensioni è generalmente preferibile all’abbandono del set di ruote 21/18 come alcune delle moto sportive e da cross “piccole ruote” offerte dai produttori giapponesi in passato. La base KLX230S è € 4,799 o € 5,099 con ABS.

Questo è il modo più vicino a possedere una moto da corsa Kawasaki, senza effettivamente acquistarne una.

2022 Kawasaki KX450SR

SR sta per “Special Racer”, secondo Kawasaki, e questo modello limitato ottiene aggiornamenti dal naso alla coda con un trattamento replica gara basato sulla moto da cross di fabbrica Monster Energy Kawasaki del ’21. I partner di gara del Team Green forniscono una gamma di componenti ad alte prestazioni per questo modello unico destinato agli appassionati più accaniti.

Un lungo elenco di potenziamenti contraddistingue lo “Special Racer”.

C’è uno scarico da gara Pro Circuit Ti-6 Pro in titanio, piastre forcella XTRIG ROCS-TECH, un sistema di smorzamento del manubrio progressivo (PHDS, anche da XTRIG), cerchi in lega DID Dirt Star ST-X, una catena DID oro, una corona Renthal , un coperchio frizione Hinson e sospensione anteriore KYB con rivestimento Diamond-Like (DLC) sugli steli della forcella per un look da corsa di serie. La grafica in stile factory completa il look. Infine, il KX450SR ottiene luci di aspirazione lucide e una speciale mappatura FI per prestazioni più nitide. Fai finta di essere nella squadra corse Monster Energy Kawasaki per € 12,399.

Altri nuovi modelli arriveranno a novembre, ma per ora sembra che Kawi si concentri sull’ottenere di più dalla linea esistente con modifiche ed edizioni speciali. Ricontrolla tra un mese circa per una maggiore copertura delle macchine verdi.

Questo elemento è stato inserito in MOTO. Aggiungilo ai segnalibri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Select your currency
Apri la chat
💬 Hai bisogno di aiuto?
Ciao👋
come ti posso aiutare?